• Gentes Gentes precedenti il 2006 Le nostre riviste

    Dietrich Bonhoeffer (Gentes 4/2005)

    Dietrich Bonhoeffer. Un’esistenza sospesa tra cielo e terra

    dietrich bonhoeffer | cvxlms.it“Non vivrò oltre i 37 anni”. Quando il giovane professor Dietrich Bonhoeffer, brillante, energico e dalla gioia contagiosa se ne uscì con questa frase, in presenza di un suo studente, destò stupore e sconforto nel suo giovane discepolo. Al di là della vena provocatoria che sempre lo contraddistingueva, era come se Dietrich Bonhoeffer percepisse la sensazione di avere poco tempo a sua disposizione e pertanto dovesse darsi da fare per concludere qualcosa di buono nel minor tempo possibile. Ripercorrendo la sua biografia, benché sia vissuto tre anni oltre la sua predizione, tutto ciò appare palese: in pochissimi anni ha raggiunto vette considerevoli affermandosi da subito sia in Germania che all’estero.

    Continue reading

  • Gentes Le nostre riviste Percorsi formativi Percorsi formativi Lms

    Formazione per adolescenti (da Gentes, 09/2003)

    formazione per adolescenti | cvxlms.itAdolescenti in missione, il numero speciale di Gentes come sussidio di formazione per adolescenti

    Questo numero di Gentes 09/2003 si propone come sussidio per la formazione di adolescenti (e non) durante le riunioni della Lega missionaria studenti

    INTRODUZIONE

    Più volte negli ultimi anni ci è giunta la richiesta di elaborare sussidi per le riunioni volti alla formazione per adolescenti. La nostra associazione studentesca, infatti, negli ultimi anni, ha vissuto un rifiorire di gruppi, coagulati da forti esperienze di volontariato estivo e dall’interesse per le tematiche missionarie e terzomondiste. Ci si è dedicati, come rivista, alla preparazione tradizionale di monografie, ad offrire stimoli e spunti di dibattito con l’intento di suscitare un vivace interesse anche per i giovani “lontani” dalla pratica religiosa.

    Continue reading

  • Gentes Gentes precedenti il 2006 Le nostre riviste Percorsi formativi

    Parabola dei due ladroni, una drammatizzazione (da Gentes 7/2001)

    La Buona Notizia nella parabola dei due ladroni (Lc 23, 32-43)

    parabola dei due ladroni | cvxlms.itQuesto testo non è né uno studio esegetico né una presentazione sistematica della dinamica psicologica della parabola dei due ladroni, che conduce il cosiddetto Buon Ladrone alla conversione. È uno schema di lavoro, una bozza di drammatizzazione, utile sia per chi già si è cimentato col metodo dello psicodramma, sia per chi vuole solo degli spunti per una personale contemplazione e rielaborazione della scena evangelica nella parabola dei due ladroni. Nonostante i limiti stilistici che appaiono evidenti al lettore e che esige approfondimenti, la presente scheda sulla parabola dei due ladroni può risultare quanto mai utile sia per svolgere riunioni di gruppo, sia soprattutto per l’animazione di un ritiro organizzato in forma interattiva con i partecipanti.

    Continue reading

  • Principi generali

    L’impegno permanente nella Cvx

    SULL’IMPEGNO PERMANENTE NELLA CVX E SUL PERMANERE

    Appunti per una riflessione, a cura di Umberto Bovani (Santuario di S. Antonio in Boves)

    impegno permanente nella cvx | cvxlms.itSi può partire da una domanda: cosa dà qualità alla scelta di stare nella Cvx?
    Una domanda che può sembrare insieme retorica (perché ascoltata tante volte) e banale (perché la risposta può risultare scontata). Personalmente l’interrogativo mi sembra tutt’altro che scontato. Anzi oserei dire che la domanda apre a un discorso complesso quanto delicato. Due premesse.

    La prima: comunità, impegno e permanenza sono strettamente legate tra loro, perché senza un soggetto di riferimento non si saprebbe su cosa fondare l’impegno permanente nella Cvx, né tanto meno la condizione stessa del permanere. Infatti il permanere non si può fondare né sul “senso del dovere”, né su un’indicazione di ordine morale, né sul buon consiglio di qualcuno. Il permanere esiste, e assume valore e autenticità, se esiste un “TU”, cioè un soggetto, un riferimento, cioè un CONTESTO. Il permanere accade là dove accade lo SPAZIO DELL’INCONTRO CON L’ALTRO/GLI ALTRI. Continue reading