• Comunicato stampa del 6 novembre 2019

    L’assemblea delle Comunità di Vita Cristiana in Italia (Cvx, associazione di laici legata ai gesuiti), ha eletto i nuovi organi. Romolo Guasco è il presidente nazionale.

    Dopo il comunicato stampa già diramato lo scorso agosto, espressa grande preoccupazione per il rinnovo del protocollo tra Italia e Libia e chiesto a tutte le forze politiche di approvare lo “ius culturae”.

    A inizio novembre si è tenuta a Padova l’Assemblea nazionale delle Cvx in Italia, che ha rinnovato gli organi statutari per il prossimo triennio. Eletti nel comitato esecutivo: Giorgio Catena (Sant’Arpino), Rita Cecco (Trento), Francesca Collu (Torino), Giovanni Gallo (Chieri), Patrizia Giordano (Palermo), Massimo Gnezda (Trieste), Romolo Guasco (Roma), Annabella Marcello (Napoli), Claudio Meliadò (Reggio Calabria), Andrea Serra (Cagliari).
    Assistente nazionale è Padre Massimo Nevola sj. In una votazione successiva, è stato eletto alla presidenza Romolo Guasco, della comunità di Roma.

    Erano presenti circa 400 persone, provenienti dalle 45 comunità formate in tutta Italia e frequentate da più di 3000 persone.

    L’Assemblea ha manifestato profonda indignazione e dolore per le condizioni dei migranti trattenuti in Libia, nella violenza e nella privazione di diritti fondamentali. Il Governo italiano e gli organismi europei rivedano radicalmente il memorandum sui flussi migratori a suo tempo sottoscritto, puntando ad affidare alle organizzazioni internazionali gli uomini, le donne e i bambini fermi in Libia, che fuggono da miserie e guerre. Vanno poi bloccati subito i ritorni forzosi. L’Italia si faccia inoltre promotrice di un’azione efficace per riportare pace tra le diverse parti in conflitto e sicurezza a tutta la popolazione, coinvolgendo le Istituzioni e i Paesi europei.

    Dall’Assemblea infine una richiesta a tutte le forze politiche perché si avvii e si concluda rapidamente la discussione parlamentare della legge per lo Ius Culturae, per offrire diritti certi a tanti giovani cresciuti in Italia.

    Questo il precedente comunicato stampa di agosto:
    Comunicato stampa Cvx Sms Italia in riferimento a Decreto Sicurezza bis del 5 agosto 2019

    Published by:
  • Un nuovo tempo per l’Europa (Cristiani nel Mondo n. 1 del 2019)

    Cristiani nel Mondo 1 2019

    Clicca sull’immagine per accedere al pdf della rivista

    Qui il numero 1 del 2019 della Rivista Cristiani nel Mondo

    L’EUROPA CHE VOGLIAMO

    Il documento Manifesto Retinopera “L’Europa che vogliamo” nasce dal confronto su questo tema, tenutosi all’interno di Retinopera, la rete di 20 organizzazioni del mondo cattolico che promuovono la loro collaborazione per dare concretezza ai principi e contenuti della Dottrina Sociale della Chiesa, per offrire una tangibile risposta alle sollecitazioni che emergono dagli Orientamenti Pastorali dei Vescovi italiani.

    PARLARE ALL’ITALIA

    Retinopera si rivolge al Paese, sottolineando la presenza in Europa di una crisi sistemica che prima che economica è spirituale, dunque antropologica e sociale. Una crisi che investe, oltre che i singoli Paesi e i diversi Popoli, anche l’Europa come Comunità di Nazioni. Un’Europa il cui fondamento rimangono le radici cristiane e che presenta criticità che vanno storicizzandosi: il contrasto tra i grandi benefici materiali, sociali, ecologici e politici ottenuti fino a oggi, da un lato, e le forme di esclusione, povertà, disuguaglianza e perdita di fiducia, dall’altro; la frattura tra chi crede ancora nell’esistenza di un comune progetto Europeo, da un lato, e chi sente le istituzioni europee sempre più lontane, dall’altro.

    “L’Unione Europea nasce come unità delle differenze e unità nelle differenze. Le peculiarità non devono perciò spaventare, né si può pensare che l’unità sia preservata dall’uniformità. Essa è piuttosto l’armonia di una comunità. I Padri fondatori scelsero proprio questo termine come cardine delle entità che nascevano dai Trattati, ponendo l’accento sul fatto che si mettevano in comune le risorse e i talenti di ciascuno. Oggi l’Unione Europea ha bisogno di riscoprire il senso di essere anzitutto “comunità” di persone e di popoli consapevole che «il tutto è più della parte, ed è anche più della loro semplice somma» e dunque che «bisogna sempre allargare lo sguardo per riconoscere un bene più grande che porterà benefici a tutti»

    (Papa Francesco, 24 marzo 2017)

    Il nuovo numero della rivista ospita, tra i vari contenuti, anche il documento integrale.

    Ecco il sommario:

    EDITORIALE Exodus
    DI P. MASSIMO NEVOLA S.I.

    CVX E RETINOPERA
    L’Europa che vogliamo

    MIGRANTI E TERRA
    Un punto sul pensiero della Chiesa
    DI FRANCESCO RICCARDI

    INCONTRO NAZIONALE DEI PADRI ASSISTENTI CVX
    Compagni di cammino
    DI P. MASSIMO NEVOLA S.I.

    DUE SCUOLE DI FORMAZIONE POLITICA
    CONnessioni e Poliedri
    DI RITA CECCO

    RAPPORTO FINALE EXCO 2013-2018
    Contemplando il cammino della Comunità Mondiale

    ASSEMBLEA MONDIALE CVX DI BUENOS AIRES
    L’«opzione Francesco»: evangelizzare un mondo tumultuoso
    DI AUSTEN IVEREIGH

    INCONTRO COMUNITÀ DEL NORD-EST
    Pensieri sparsi della Comunità di Trento
    DI CRISTINA DALPRÀ

    LEGA MISSIONARIA
    Sighet, la mia isola che non c’è
    DI ILARIA DINALE

    I CAMPI CON GLI OCCHI DEGLI ADULTI
    I nostri genitori cubani
    DI LORENZO SEVERINO E CLARA RECH

    Qui il numero 1 del 2019 della Rivista Cristiani nel Mondo

    Published by:
  • Volontariato con i migranti Estate 2019

    Volontariato con i migranti Estate 2019: a Ragusa, a Reggio Calabria e a Torino. Il progetto ALLE FRONTIERE della Cvx europea con tre città italiane

    Il progetto Alle Frontiere (At the Frontiers), un programma di volontariato missionario della Comunità di Vita Cristiana europea (Cvx) avviato nel 2015, organizza campi di volontariato internazionale nei centri per richiedenti asilo. Anche quest’anno saranno attivati tre campi di volontariato con i migranti Estate 2019. Il primo sarà a Torino, dove la Cvx è impegnata in un progetto con minori non accompagnati. Il secondo sarà a Ragusa, in Sicilia, dove il progetto è nato e cresciuto dalla prima edizione insieme alla Fondazione San Giovanni Battista. Il terzo sarà a Reggio Calabria, dove la Cvx opera già da qualche anno attivamente al fianco di organizazioni che si occupano di accoglienza.

    L’edizione del 2019 prevede 4 turni: 2 turni di 2 settimane a Torino, un turno unico di 2 settimane a Ragusa ed 1 turno unico di 3 settimane a Reggio Calabria. Tutti i turni si svolgeranno nel mese di luglio e agosto.

    Continue reading

    Published by:
  • Spiritualità per coppie e famiglie

    Appuntamenti con la spiritualità e veri e propri Esercizi Spirituali per coppie e famiglie: sono aperte le iscrizioni

    Qui la locandina con le diverse proposte estive di spiritualità per Coppie e Famiglie Ignaziane 2019

    L’iniziativa di proporre degli Esercizi Spirituali per famiglie è nata dal desiderio di un gruppo di coppie sposate di non rinunciare agli Esercizi Spirituali ignaziani, anche avendo da gestire figli in fasce, accettando così la sfida di rispettare i tempi di preghiera, le istruzioni delle guide e soprattutto il silenzio previsti dal metodo ignaziano.

    Qui la proposta di EESS FAMIGLIE per l’estate 2019

    P. Enrico Deidda sj, nel 1998, accetta una sfida che sembra – ancor oggi – impossibile: adattare (in linea con l’annotazione n.19 degli “Esercizi Spirituali” di s.Ignazio) la struttura degli Esercizi Spirituali, a gruppi di famiglie con figli al seguito. Continue reading

    Published by: