Category Archives: Gentes 2008

Congo (da Gentes, 12/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

congo | cvxlms.itIn fuga dal Congo

Il conflitto armato tra le forze governative e le milizie ribelli appoggiate da Ruanda e Uganda ha raggiuto, tra ottobre e novembre, picchi di crudeltà intollerabili. Nonostante la presenza nel paese della più grande missione di pace delle Nazioni Unite al mondo, la comunità internazionale non riesce ad arginare le violenze perpetrate dai militari delle opposte fazioni nei confronti di un popolo condannato ad atroci sofferenze dalla ricchezza della propria terra. La “balcanizzazione” del Congo, infatti, è funzionale alla spartizione e allo sfruttamento delle inestimabili ricchezze minerarie del debole stato centrafricano da parte dei governi e delle multinazionali straniere, legate sia al presidente Kabila che al leader dei ribelli tutsi, il generale Nkunda. Nel mezzo, incalzati dalla guerra, dalla malnutrizione e dal colera, oltre 250mila sfollati cercano rifugio nei campi delle Nazioni Unite e nelle strutture di accoglienza di Ong laiche e religiose. Che, come sempre, sono in prima linea insieme ai missionari e a una Chiesa locale che non vuole piegarsi alla logica disumana dell’odio tribale e dell’avidità dei potenti

Continue reading

Published by:

Missione, un dono unico (da Gentes, 09-10/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

missione | cvxlms.itMissione, il fiore nel deserto

Le due edizioni di campi estivi promossi dalla Lms hanno certamente svolto un ruolo molto importante nell’avvicinare queste realtà, nell’aprire alla chiesa locale spazi d’intervento fino a poco fa ritenuti impossibili. In questo deserto di relazioni tra Stato e Chiesa è spuntato questo fiore di speranza che è la comunità giovanile di Cardenas. Dal prossimo anno, hanno espresso il desiderio di chiamarsi come noi: Lega Missionaria Studenti – Cardenas!

Continue reading

Published by:

Kerygma (da Gentes, 07-08/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

Kerygma, annunciare il Vangelo

kerygma | cvxlms.itKerygma è una parola greca, significa “annuncio”. Nel linguaggio cristiano delle origini stava a indicare il primo annunzio della fede nel Cristo morto e risorto. Un elemento essenziale nella creazione delle comunità, proprio dei missionari di ogni epoca e riscoperto dalla Chiesa universale col Concilio Vaticano II. 
Si tratta di una comunicazione diversa dalla semplice catechesi, dall’omelia e dalla lezione sacra.
 È qualcosa di appassionato, che sgorga da un cuore pieno di entusiasmo e di convinzione, un cuore che ha sperimentato in prima persona la salvezza della fede nel Signore Gesù.

Continue reading

Published by:

Emergenza alimentare (da Gentes, 06/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

emergenza alimentare | cvxlms.itEmergenza alimentare: il cibo proibito

“Abbiamo cibo sufficiente per sfamare tutti gli abitanti di questo pianeta”, ha affermato di recente il direttore del Programma Ambientale dell’Onu, Achim Steiner. Eppure ancora oggi nel mondo milioni di persone ogni anno muoiono di fame o si ammalano a causa della malnutrizione. Come è possibile? Con il recente aggravarsi dell’emergenza alimentare prodotto a livello planetario dal convergere di una serie di fattori negativi episodici o di lungo periodo – crescita della popolazione e cambiamento della dieta in Paesi in forte espansione come Cina e India, disastri naturali e conseguente crollo della produzione cerearicola in alcuni dei maggiori Paesi esportatori, impiego di terreni agricoli per la coltivazione di etanolo per biocarburanti – il tragico fenomeno ha assunto dimensioni drammatiche, inducendo il World Food Programme a parlare di “tsunami silenzioso” e a lanciare un accorato appello ai Paesi donatori per evitare che altri 100 milioni di persone, oltre i circa 850 milioni già a rischio, precipitino nell’indigenza e nella fame.

Continue reading

Published by:

Finanza solidale (da Gentes, 05/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

finanza solidale | cvxlms.itLa sfida della finanza solidale

Il “teorema” della distorsione nella scala delle priorità
Il principale obiettivo degli intermediari finanziari e degli istituti bancari è oggi quello della creazione di valore per gli azionisti. La coincidenza tra questa scelta e il benessere della collettività viene data per scontata, ma in realtà si fonda sulla validità di almeno uno dei seguenti due assunti difficilmente dimostrabili. Il primo è quello della separazione tra il perseguimento di questo obiettivo e la realizzazione di quelli di portata più ampia per il benessere sociale (in ordine di importanza progressiva valore aggiunto,
sviluppo umano, aumento delle capabilities e functionalities, felicità socialmente ed economicamente sostenibile).

Continue reading

Published by:

Penisola balcanica (da Gentes, 04/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

penisola balcanica | cvxlms.itLa crisi del sistema jugoslavo e l’ascesa dei partiti nazionalisti nella penisola balcanica: i perchè di una guerra

Quando si parla di Bosnia Herzegovina o della cosiddetta “questione Balcanica” a tutti viene in mente qualche film di Emir Kusturica o di qualche immagine del Viale dei cecchini trasmessa da qualche TG pro tempore, ma a pochi viene da chiedersi del perché di tanta assurda violenza. Dove sono le radici di quel massacro? Dove risiedono le ragioni di tanta disumanità? Perché durante la “presidenza” di Tito la Jugoslavia era un modello di pacifica convivenza fra popoli di diverse culture e dopo la sua morte è diventato l’inferno di cui noi tutti abbiamo sentito parlare?

Continue reading

Published by:

Tratta delle donne (da Gentes, 03/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

tratta delle donne | cvxlms.itLa tratta delle donne, una schiavitù che non può lasciarci indifferenti

Sono migliaia le ragazze nigeriane sulle strade d’Italia. Le chiamano prostitute, ma bisognerebbe dire schiave. La tratta delle donne nigeriane per lo sfruttamento sessuale è diventato, dagli anni Ottanta in poi, un business da miliardi di dollari, fatto sulla pelle di ragazze giovanissime, cresciute in un contesto di miseria e degrado. Vengono ingannate da promesse fittizie, dal miraggio di un altrove fatto di benessere e felicità: finiscono col ritrovarsi su una strada, costrette a sopportare i peggiori abusi, sradicate in un Paese straniero, spesso clandestine, senza identità né dignità. Siamo andate sulle loro tracce, le abbiamo incontrate e abbiamo provato a raccontare le loro storie. Siamo andate nei luoghi da cui arrivano, Lagos e soprattuto Benin City, nell’Edo State.

Continue reading

Published by:

Tchad, tra petrolio e guerra civile (Gentes, 02/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

I rifugiati. Gli sfollati. I ribelli. Il petrolio. I colori vivi. I morti. La guerra civile.

tchad | cvxlms.itLa situazione socio-politica in Tchad

In Tchad ad oggi si contano circa 300 etnie diverse. Ognuna di esse parla un idioma suo, ma tutti parlano l’arabo e molto diffuso è anche il francese. Le principali Etnie del Paese sono: Zagawa (etnia del presidente), Dadjo, Tama e Fuk.
I Zagawa e i Fuk sono etnie arabe, mentre i Dadjo e i Tama sono etnie africane. I primi due gruppi sono solitamente nomadi e dediti alla pastorizia, e gli altri due sono stanziali e dediti alla agricoltura. Una stima indicativa può essere considerata quella che descrive la composizione religiosa: 58% musulmani, 22% cattolici, 10% protestanti, 10% animisti. Si consideri che, per quanto detto prima, la popolazione è presente solo nella parte centrale e meridionale del Paese.

Continue reading

Published by: