• Il Manifesto di Retinopera “L’Europa che vogliamo”

    L’EUROPA CHE VOGLIAMO

    Il presente documento Manifesto Retinopera “L’Europa che vogliamo” nasce dal confronto su questo tema, tenutosi all’interno di Retinopera, la rete di 20 organizzazioni del mondo cattolico che promuovono la loro collaborazione per dare concretezza ai principi e contenuti della Dottrina Sociale della Chiesa, così offrire tangibile risposta alle sollecitazioni che emergono dagli Orientamenti Pastorali dei Vescovi italiani.

    PARLARE ALL’ITALIA

    Con questo documento Retinopera si rivolge al Paese, sottolineando la presenza in Europa di una crisi sistemica che prima che economica è spirituale, dunque antropologica e sociale. Una crisi che investe, oltre che i singoli Paesi e i diversi Popoli, anche l’Europa come Comunità di Nazioni. Un’Europa il cui fondamento rimangono le radici cristiane e che presenta criticità che vanno storicizzandosi: il contrasto tra i grandi benefici materiali, sociali, ecologici e politici ottenuti fino a oggi, da un lato, e le forme di esclusione, povertà, disuguaglianza e perdita di fiducia, dall’altro; la frattura tra chi crede ancora nell’esistenza di un comune progetto Europeo, da un lato, e chi sente le istituzioni europee sempre più lontane, dall’altro.

    “L’Unione Europea nasce come unità delle differenze e unità nelle differenze. Le peculiarità non devono perciò spaventare, né si può pensare che l’unità sia preservata dall’uniformità. Essa è piuttosto l’armonia di una comunità. I Padri fondatori scelsero proprio questo termine come cardine delle entità che nascevano dai Trattati, ponendo l’accento sul fatto che si mettevano in comune le risorse e i talenti di ciascuno. Oggi l’Unione Europea ha bisogno di riscoprire il senso di essere anzitutto “comunità” di persone e di popoli consapevole che «il tutto è più della parte, ed è anche più della loro semplice somma» e dunque che «bisogna sempre allargare lo sguardo per riconoscere un bene più grande che porterà benefici a tutti»

    (Papa Francesco, 24 marzo 2017)

    Alla luce della situazione odierna, avanziamo le seguenti proposte in capo a 6 punti nodali per uno sviluppo positivo dell’Europa che vogliamo. Leggi tutto.

    Published by:
  • Spiritualità per coppie e famiglie

    Appuntamenti con la spiritualità e veri e propri Esercizi Spirituali per coppie e famiglie: sono aperte le iscrizioni

    Qui la locandina con le diverse proposte estive di spiritualità per Coppie e Famiglie Ignaziane 2019

    L’iniziativa di proporre degli Esercizi Spirituali per famiglie è nata dal desiderio di un gruppo di coppie sposate di non rinunciare agli Esercizi Spirituali ignaziani, anche avendo da gestire figli in fasce, accettando così la sfida di rispettare i tempi di preghiera, le istruzioni delle guide e soprattutto il silenzio previsti dal metodo ignaziano.

    Qui la proposta di EESS FAMIGLIE per l’estate 2019

    P. Enrico Deidda sj, nel 1998, accetta una sfida che sembra – ancor oggi – impossibile: adattare (in linea con l’annotazione n.19 degli “Esercizi Spirituali” di s.Ignazio) la struttura degli Esercizi Spirituali, a gruppi di famiglie con figli al seguito. Continue reading

    Published by:
  • Volontariato con i migranti Estate 2019

    Volontariato con i migranti Estate 2019: a Ragusa, a Reggio Calabria e a Torino. Il progetto ALLE FRONTIERE della Cvx europea con tre città italiane

    Il progetto Alle Frontiere (At the Frontiers), un programma di volontariato missionario della Comunità di Vita Cristiana europea (Cvx) avviato nel 2015, organizza campi di volontariato internazionale nei centri per richiedenti asilo. Quest’anno saranno attivati tre campi di volontariato con i migranti Estate 2019. Il primo sarà a Torino, dove la Cvx è impegnata in un progetto con minori non accompagnati. Il secondo sarà a Ragusa, in Sicilia, dove il progetto è nato e cresciuto dalla prima edizione insieme alla Fondazione San Giovanni Battista. Il terzo sarà a Reggio Calabria, dove la Cvx opera già da qualche anno con un servizio di ambulatorio e di assistenza agli sbarchi.

    L’edizione del 2019 prevede 4 turni: 2 turni di 2 settimane a Torino, un turno unico di 2 settimane a Ragusa ed 1 turno unico di 3 settimane a Reggio Calabria. Tutti i turni si svolgeranno nel mese di luglio e agosto.

    Continue reading

    Published by:
  • Volontariato a Cuba Estate 2019

    Campo di volontariato a Cuba Estate 2019

    Il campo di volontariato a Cuba Estate 2019 si svolgerà in un turno unico dal 2 al 24 agosto 2019, per un massimo di 35 volontari. Le date indicano il giorno di partenza da Roma/Milano e di rientro a Roma/Milano.

    Viaggio
    In aereo con Iberia con scalo a Madrid. Da Roma Fiumicino partenza alle 12.05 e da Milano Malpensa partenza alle 12.00. E’ necessario stare in aeroporto almeno 2 ore e mezzo prima dell’orario di partenza. Il 23/8 la partenza da La Habana sarà per tutti alle 22.55 e dopo lo scalo a Madrid l’arrivo a Roma sarà il 24/8 alle 18.25 mentre l’arrivo a Milano il 24/8 sarà alle 18.05. Continue reading

    Published by: