Category Archives: Gentes 2008

Congo (da Gentes, 12/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

congo | cvxlms.itIn fuga dal Congo

Il conflitto armato tra le forze governative e le milizie ribelli appoggiate da Ruanda e Uganda ha raggiuto, tra ottobre e novembre, picchi di crudeltà intollerabili. Nonostante la presenza nel paese della più grande missione di pace delle Nazioni Unite al mondo, la comunità internazionale non riesce ad arginare le violenze perpetrate dai militari delle opposte fazioni nei confronti di un popolo condannato ad atroci sofferenze dalla ricchezza della propria terra. La “balcanizzazione” del Congo, infatti, è funzionale alla spartizione e allo sfruttamento delle inestimabili ricchezze minerarie del debole stato centrafricano da parte dei governi e delle multinazionali straniere, legate sia al presidente Kabila che al leader dei ribelli tutsi, il generale Nkunda. Nel mezzo, incalzati dalla guerra, dalla malnutrizione e dal colera, oltre 250mila sfollati cercano rifugio nei campi delle Nazioni Unite e nelle strutture di accoglienza di Ong laiche e religiose. Che, come sempre, sono in prima linea insieme ai missionari e a una Chiesa locale che non vuole piegarsi alla logica disumana dell’odio tribale e dell’avidità dei potenti

Continue reading

Missione, un dono unico (da Gentes, 09-10/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

missione | cvxlms.itMissione, il fiore nel deserto

Le due edizioni di campi estivi promossi dalla Lms hanno certamente svolto un ruolo molto importante nell’avvicinare queste realtà, nell’aprire alla chiesa locale spazi d’intervento fino a poco fa ritenuti impossibili. In questo deserto di relazioni tra Stato e Chiesa è spuntato questo fiore di speranza che è la comunità giovanile di Cardenas. Dal prossimo anno, hanno espresso il desiderio di chiamarsi come noi: Lega Missionaria Studenti – Cardenas!

Continue reading

Kerygma (da Gentes, 07-08/2008)

Gentes Gentes 2008 Le nostre riviste

Kerygma, annunciare il Vangelo

kerygma | cvxlms.itKerygma è una parola greca, significa “annuncio”. Nel linguaggio cristiano delle origini stava a indicare il primo annunzio della fede nel Cristo morto e risorto. Un elemento essenziale nella creazione delle comunità, proprio dei missionari di ogni epoca e riscoperto dalla Chiesa universale col Concilio Vaticano II. 
Si tratta di una comunicazione diversa dalla semplice catechesi, dall’omelia e dalla lezione sacra.
 È qualcosa di appassionato, che sgorga da un cuore pieno di entusiasmo e di convinzione, un cuore che ha sperimentato in prima persona la salvezza della fede nel Signore Gesù.

Continue reading